Un luogo sicuro

by L'orso

/
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
04:16
9.

credits

released March 11, 2015

Prodotto da Marco Jacopo Bianchi ‘Cosmo’ e Mattia Barro. Musica e testi di Mattia Barro. Registrato nell’estate tropicale del 2015 e missato in autunno presso il Cosmic Studio di Ivrea (TO). Masterizzato da Andrea Suriani presso l'Alpha Dept. di Bologna. Garrincha Edizioni Musicali. Illustrazioni a cura di Weed/Ermenegildo Nilson. Progetto grafico ed impaginazione di Elia Dalla Casa. 


Scritto da Mattia Barro.
Tutto il disco è suonato da Mattia Barro e Cosmo.
Hanno partecipato: Francesco Paganelli (synth su 2), Michael Liot (synth e voce su 7), Michele Pascarella (synth su 5 e parlato su 6), Luca Cristiano (drum machine, synth, percussioni, cellulare, parlato su 6), Alessio Daverio e Nicola Stella (rumori e parlato su 6), Christian Tonda, Fabio Peretti e Edoardo Di Viercio (cori, rumori, parlato su 5), Giorgia D’Eraclea (cori su 2 e 3), Dj Dust (scratch su 4).

L’orso è Mattia Barro, Omar Assadi, Niccolò Bonazzon, Francesco Paganelli.


Questo disco ha vissuto in precisi luoghi.

A Ivrea ha passato le serate nella mansarda di Luchino con Ste Mattea, Deiv, Pasca, Clod e Daniel, ha fatto colazione con Pol, ha corso con Forest, ha mangiato ai Tropici e si è tuffato nel fiume per tutta l'estate tropicalista. A Milano ha convissuto con Christian e Francesco e Marella. A Dublino è andato in vacanza con Fabio e Eddy.

tags

license

all rights reserved

feeds

feeds for this album, this artist

about

L'orso Milano, Italy

contact / help

Contact L'orso

Streaming and
Download help

Track Name: Apri gli occhi, siamo nello spazio (luogo n.1)
01 - Apri gli occhi, siamo nello spazio (Luogo n.1)
(M.Barro/M.Barro)

Tengo una mano sul cuore
e con l’altra conto le parole.
Ora che sono altrove
c’è un luogo nuovo da arredare.
Track Name: Non penso mai
02 - Non penso mai
(M.Barro/M.Barro)


Non penso mai
Non penso a te.

Non penso mai a te,
perché dovrebbe interessarmi?
Non penso mai a te,
è importante sopravvivere.

Non penso mai
Non penso a te.

Ti tengo nascosta, ti penso di fretta
porta pazienza è una vita di merda
faccio la guerra nei giorni più tristi,
in quelli migliori, nemmeno esisti.
Ti vedo ovunque, sei un riflesso.
Ti vedo comunque, e nemmeno esco.
E quando ci penso, poi non ci riesco
vorrei fossi diverso.
Ti penso di corsa ma non ti do retta
porta pazienza ma non m’interessa
faccio la guerra nella solitudine
a volte è sublime ma spesso è terribile@
Ti vedo ovunque, sesto senso.
Ti vedo comunque, e nemmeno esco.
Poi mi stresso e per quanto ti penso,
vorrei un compenso.

Non penso mai, non penso mai a te.

Non penso mai,
non penso a te.

Non penso mai, non penso mai a te.
Se dormi accanto a me.
Track Name: Essere felici qua
03 - Essere felici qua
(M.Barro/M.Barro)

Questa città mi mette fretta,
mi spettina e mi toglie calma,
ma la provincia mi disarma
per quanto spesso mi sta stretta.
E non voglio che tu parta,
non voglio che tu parta,
perché penso che
potremmo essere felici qua.

E da quando ho realizzato
che non ti vedrò più in giro
sto camminando sopra un filo,
ho come perso l’equilibrio.
Tornassi come il karma,
l’attesa è fastidio
che sfocia nel caos.

Non posso stare insieme a te.
Non posso stare insieme a te, se parti.

Erano giorni senza notte,
i tempi delle nostre sbronze
quelli da bottiglioni coi cocktails
quelli con un sapore più forte.
Notti senza volti,
i tempi dei nostri primi incontri,
sdraiati nudi dentro ai racconti,
prendendo appunti sui tuoi occhi.

Parti parti parti di me che sono andate perse
e tu parti parti parti verso un altro continente.
E tu, parli parli agli altri, parli di me, rimpatri,
parti per altri lidi e così per sempre
tu parte di me,
io parte di niente.

Non posso stare insieme a te.
Non posso stare insieme a te, se parti.
Track Name: L'uomo più forte del mondo (scratch Dj Dust)
04 - L’uomo più forte del mondo (scratch Dj Dust)
(M.Barro/M.Barro)

E se il dj ha messo l’ultimo
torniamo subito dentro,
voglio ballare e arrendermi,
voglio ballare e arrendermi.

E se il tempo finisce su questo tempo
non è la fine del mondo,
sono pronto ad arrendermi,
sono pronto ad arrendermi.

Balla con me, balla con me,
saremo goffi assieme.
Non voglio perdere,
stanotte io non posso perdere.

E se davanti allo specchio
provo mosse ad effetto,
voglio essere il re del dancefloor.
il re del dancefloor.

E non importa
cosa pensi di me,
qui mi sento protetto,
sono il più forte del mondo, del mondo.

Le luci si spengono,
i locali si svuotano,
e la strada è solo per me
per ballarci dentro.

Balla con me, balla con me,
saremo goffi assieme.
Non voglio perdere,
stanotte io non posso perdere.
Track Name: Io credo in te, la tua magia è vera (luogo n.2)
05 - Io credo in te, la tua magia è vera (Luogo n.2)
(M.Barro/M.Barro)

Vuoi farti un giro nella mia testa?
Devi averne di coraggio.
Vuoi farti un giro nella mia testa?
Il primo in omaggio.

Perché scrivo? Perché lo faccio,
se in questo luogo, per amare,
è finito lo spazio?

Saluto i miei amici e parto
un luogo vale un altro.
Saluto i miei amici e parto,
anche stavolta rimango.

Saluto i miei amici.
Track Name: Un pomeriggio (con I Tropicalisti)
06 - Un pomeriggio (con I Tropicalisti)
(M.Barro/M.Barro)

Uso le mani per costruire
concetti senza confine,
con le mani non penso,
scrivo di getto,
disegno un mondo.
Uso le mani per costruire,
un mondo sicuro per me.

Ho un mondo in mano da tenere
da proteggere davvero
devo averne rispetto,
tenerlo stretto,
stringerlo a petto.
Ho un mondo da tenere
da tenere al sicuro da te.

Ricordati di me
muovo le mani perché
sto disegnando in aria
ciò che nelle mani non c’é.
Ricordati di me,
ricordati di me.

Uso le mani per costruire
un futuro senza confine,
con le mani io parlo,
non mi nascondo,
racconto tutto.
Uso le mani per costruire,
nel modo più semplice da capire,
una città per parlare con te,
con le mani, le mie mani.
Con le mani mi copro gli occhi
così sono costretto a guardarmi dentro
in tutto quel nero in cui mi disegno.
Con le mani ti copro gli occhi
così sei costretta a guardarti dentro,
dimmi se trovi qualcosa di me, dentro il silenzio.

Ricordati di me
muovo le mani perché
sto disegnando in aria
ciò che nelle mani non c’é.
Ricordati di me,
ricordati di me.
Track Name: Berlino (con Michael Liot)
07 - Berlino (con Michael Liot)
(M.Barro, M. Liot/M.Barro)

Dove sei stata questi anni che sei sparita?
ti ho cercato
e ti trovavo solo in me,
ti trovavo solo in me.

Ho sempre avuto problemi
a parlarti dei mostri che vivono,
nascosti dentro me
dentro di me.

Forse ho pensato
c’avrebbe salvato il tempo ma poi
non ci si salva mai,
non ci si salva mai.

I wish that we’d met before you were set.
I wish that we’d crossed before you were lost.
I wish that we’d met before you were set.

Ma se penso che
l’immagine di te
sparisce qui,
ti vorrei con me.

Ma se penso che
il ricordo che ho di te
finisce qui,
scomparirei con te.

Ma se penso che
l’immagine di te
sparisce qui,
I wish I was there.

I don’t know where you were
the last twenty years
but I was right
right here in Berlin
right here in Berlin

I’m not sure that I meant the things that I said
Well at the time
I must make amends
I must make amends

I don’t know if I’ve got
perspective enough
to let it go
I can’t let it go
I can’t let it go

Ma se penso che
l’immagine di te
sparisce qui,
ti vorrei con me.

Ma se penso che
il ricordo che ho di te
finisce qui,
scomparirei con te,
scomparire con te.

Ma se penso che
l’immagine di te
sparisce qui,
ti vorrei con me,
I wish I was there.
Track Name: Sparire qui
08 - Sparire qui.
(M.Barro/M.Barro)

Se ti dico quanto ancora tremo,
tu scompari un po’, scompari un po’,
scompari un po’, scompari un po’.

Se ti dico che addosso ho ancora fango,
tu scompari un po’, scompari un po’,
scompari un po’, scompari un po’.

Dove sei adesso che ti cerco?
Dov’é che ti sei nascosto?
Non voglio trovare equilibrio
nello spazio in cui fluttuo nel delirio.

Se mi son disidratato gli occhi,
se i fiumi scorrono dentro di me,
se le nuvole piangono i propri figli,
ho il mare che giace in me.

Ti cerco nel letto e non riesco
a prendere sonno da un pezzo
e ti cerco dentro tutto questo
e fa male sapere che ho perso.
Ti cerco nel letto e non riesco
a prendere sonno da un pezzo
e fa male sapere che ho perso
e fa male sapere che ho perso me stesso.

Se ti dico che di me ho paura,
tu scompari un po’, scompari un po’,
scompari un po’, scompari un po’.

Se guardi dentro me vedi casa tua,
guarda un po’, guarda un po’,
guarda un po’, guarda un po’.

Dove sei adesso che ti cerco?
Dov’è che ti sei nascosto?
Non posso perdere me stesso
sul volto degli errori che ho commesso.

Ti cerco nel letto e non riesco
a prendere sonno da un pezzo
e ti cerco dentro tutto questo
e fa male sapere che ho perso.
Ti cerco nel letto e non riesco
a prendere sonno da un pezzo
e fa male sapere che ho perso
e fa male sapere che ho perso me stesso.

Se le rocce mi stringono i fianchi,
se la polvere è amica mia,
se le piogge le tengo nei pugni,
ho il deserto che giace in me.

Ti cerco nel letto e non riesco
a prendere sonno da un pezzo
e ti cerco dentro tutto questo
e fa male sapere che ho perso.
Ti cerco nel letto e non riesco
a prendere sonno da un pezzo
e fa male sapere che ho perso
e fa male sapere che ho perso me stesso.
Track Name: Chiudi gli occhi, siamo a casa (luogo n.3)
09 - Chiudi gli occhi, siamo a casa (Luogo n.3)
(M.Barro/M.Barro)

Se non alzo mai lo sguardo
e non guardo oltre me stesso,
non posso pretendere di conoscere il cielo.

Se non alzi mai lo sguardo
e non mi guardi diretto,
non posso credere tu sia sincero.

Se cammino dentro al buio
e pian piano poi scompaio,
non posso pretendere di essere luce.

Se cammini dentro al buio,
e non sai chiedere aiuto,
non posso credere tu sia mio amico.

Se negli errori che ho commesso,
proteggo poi mi stesso,
non posso pretendere di crescere ancora.

Se negli errori che ho commesso,
ti ho colpito forte dentro,
dovresti pretendere che chieda scusa.

E di notte in autostrada,
con la testa appoggiata
sul finestrino ad occhi chiusi
e la gola brucia,
se tu mi sei vicino, mi parli di continuo
posso far finta di essere a casa.

Voglio solo essere a casa.