La provincia EP

by L'orso

/
1.
2.
3.
01:01
4.
5.

about

La provincia è la passeggiata di un ragazzo che, nel percorso tra la Piccola Città e la metropoli, cresce, muta, si esprime: dallo stagismo allo stragismo, dalla provincia alla provincialità, dal precariato alla precarietà; questi sono i colori della strada percorsa. Non solo una provincia geografica ma anche sociale e culturale.

credits

released December 2, 2011

L'orso - La provincia EP (dicembre 2011, Garrincha Dischi)

Prodotto, registrato e missato da Matteo Romagnoli presso il Donkey Studio, Medicina, Bologna con l’aiuto di Alberto Guidetti. Masterizzato da Francesco Brini presso lo Spektrum Studio, Bologna.


Alle musiche e ai testi:
Mattia Barro (testi e canzoni), Tommaso Spinelli (basso e voce alta sin dai primi giorni), Christian Tonda (chitarre liguri e tastiera, ma in contemporanea), Davide Lelli (trombe e falegnameria educata), Gaia D'Arrigo (archi e archetti), Matteo Romagnoli (pulsanti e bottoni), Alberto Bebo Guidetti (si con la testa, no con la testa).

tags

license

all rights reserved

about

L'orso Milano, Italy

contact / help

Contact L'orso

Streaming and
Download help

Track Name: Baci dalla provincia
se non mi sbaglio avevi sedici anni
io la stessa età ma non sembrava bastarti
come i miei messaggi d'amore da 140 caratteri
che forse poi non leggevi più

se non mi sbaglio avevi diciott'anni,
al party dove non smettevo di ubriacarmi
ti eri presentata solo a tarda serata
che prima eri andata a casa da lui

e quando ci siam visti, ho cercato di non
essere quel ragazzo che
con del gran coraggio cinque anni fa per te avrebbe fatto di tutto
cosa mi racconti? lavori? nuovi amori? o ci siam disillusi?
la provincia ci ha uccisi

quando mi son trasferito per l'università
in quel periodo tu facevi la barista
quando tornavo venivo da te per bere

son sicuro fossi tu quella sera al Magnolia
avevo bevuto, fumato e non avevo voglia
tu eri splendida nel tuo abito da sera
anche se era notte già da un po'

e quando ci siam visti, ho cercato di non
essere quel ragazzo che
con del gran coraggio cinque anni fa per te avrebbe fatto di tutto
cosa mi racconti? lavori? nuovi amori? o ci siam disillusi?
la provincia ci ha uccisi
Track Name: Quanto lontano abiti
e per quanto lontano abiti è come se fossi a Parigi
è come se fossimo amici o vecchi conoscenti
come se avessimo dato del tempo al tempo per distarlo e pensarci su
rubando le distanze coi nostri smartphone.

e per quanto lontano abiti è come se i nostri abiti
avessero smesso di far l'amore ai piedi del mio letto
se solo fossi qui con me, se solo vivessi con me
vabbeh, fa niente.

e so che internet ce l'hai
che ami mandare mail
che ti piace fissarci su Skype
ma qui non ci sei mai

ma qui non ci sei mai
Track Name: E Göethe
Portavi sempre scarpe basse, anche nei diluvi dei nostri rapporti,
i nostri rapporti.
Si son rotte le acque dei navigli, e le nostre conversazioni si sono allagate
allagate.
Saranno stati i tatuaggi, ad averti divorato i vent'anni, e i ventenni
i ventenni.
Ho guardato l'alba sui tuoi denti, le fermate della metro popolarsi,
come i metri dove balli.
Ti guardavo esausto le gote, mentre leggevi Goethe,
i dolori del giovane me
Track Name: Avere Ventanni
lavoro otto ore, faccio fotocopie
è arrivata l'estate e hanno chiuso le scuole
dalla finestra vedo passare le coppie
che si baciano, mentre io faccio altre fotocopie

le ferie non me le danno e a Berlino vai lo stesso
che l'amico di un amico ha un amico con un posto letto
e tu mi lasci qua, dentro questa città
che si mangia gli pneumatici delle bici per l'afa che fa

La mia vita da stagista
la mia relazione stragista
che magari poi avrà pure le sue qualità
ma tra fare l'impiegato e la BR
che differenza fa?

m'impegno, collaboro, dimostro entusiasmo
ma in questo ufficio non gliene frega un cazzo
mi lamenterò con te del mio essere sottopagato
e della nostra relazione da cui non mi sento appagato

di cosa vuoi che ti parli che ho poco più di vent'anni?
se alle crisi mondiali preferisco i tuoi sguardi
se ho appena iniziato la mia carriera da precario
e non avrò mai te o la mia amata pensione

La mia vita da stagista
la mia relazione stragista
che magari poi avrà pure le sue qualità
ma tra fare l'impiegato e la BR
che differenza fa?

di cosa vuoi che ti parli che ho poco più di vent'anni?
Track Name: Invitami per un tè
accordami i polsi che è da un po' che non scrivo più
o almeno invitami per un tè
lo so che magari la tua camera è in disordine
come i miei capelli quando perdo il tram

accordami i polsi che è da un po' che non scrivo più
comunicare è diventato impossibile
con tutte le lettere che ho lasciato a marcire nel Mac
intasandomi Gmail

ti ricordi dove abbiamo parcheggiato?
che inizia a fare freddo
e i guanti li ho lasciati da te circa un anno fa
ti ricordi dove abbiamo parcheggiato?
che inizia a fare freddo
e i guanti li ho lasciati da te più di un anno fa

proteggimi la gola che è da un po' che non canto più
o almeno invitami per una chat
lo so che magari la tua vita è in disordine
come i miei pensieri sul futuro che avrò

proteggimi la gola che è da un po' che non canto più
parlarci è diventato impossibile
con tutte le sommosse che abbiamo sedato
travestiti da black bloc

accordami i polsi e proteggimi la gola
o almeno invitami per un tè
accordami i polsi e proteggimi la gola
boicottandoci